Al momento stai visualizzando Fondo Rotativo Turismo 2023 – Contributo a Fondo Perduto e Finanziamento Agevolato per Alberghi

Fondo Rotativo Turismo 2023 – Contributo a Fondo Perduto e Finanziamento Agevolato per Alberghi

  • Categoria dell'articolo:News
  • Tempo di lettura:4 minuti di lettura

Fondo Rotativo Turismo 2023

La misura mira al potenziamento delle attività turistiche e ricettive sul suolo nazionale, tramite un misto di agevolazioni formate da un contributo a fondo perduto e da un finanziamento agevolato. 

I beneficiari del Fondo Rotativo Turismo possono essere:

  • Imprese alberghiere
  • Attività agrituristiche
  • Strutture ricettive all’aria aperta
  • Stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici e parchi tematici. 

Interventi Ammissibili per usufruire degli Incentivi

Sono agevolabili interventi facenti parte di un programma di investimento compreso tra 500.000€ e 10.000.000€. Il programma dovrà partire entro 6 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento e concludersi non oltre 30 mesi da esso.

Sono ammissibili gli interventi che ricadono nelle seguenti aree:

  1.  Riqualificazione energetica delle strutture;
  2.  Riqualificazione antisismica;
  3.  Eliminazione delle barriere architettoniche;
  4.  Opere edilizie strumentali per i punti 1, 2 e 3;
  5.  Realizzazione e svolgimento di attività termali;
  6.  Arredamenti;
  7.  Attività proprie di porti turistici e parchi tematici.

Tali interventi dovranno avere come oggetto attività svolte sul territorio nazionale ed essere congrui con i principi DNSH, cioè non dovranno costituire danni agli obiettivi ambientali. 

Alcune spese sono agevolabili fino ad una percentuale del costo complessivo dell’intero programma di investimento. Nel dettaglio:

  • I servizi di progettazione sono agevolabili fino al 2% del totale;
  • Spese per la digitalizzazione fino al 5% del totale;
  • Spese per suolo aziendale e sue sistemazioni fino al 5% del totale;
  • Spese relative a fabbricati, opere murarie e assimilate fino al 50% del totale.

Non vi è limite di percentuale relativa all’intero investimento per le spese destinate all’acquisizione di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. 

In particolare, è stato confermato che sistemi di Automazione e Domotica Hotel rientrano tra le spese agevolabili. Il forte impatto sul risparmio energetico infatti fa ricadere suddetti sistemi nel punto 1 e rientrano nelle categorie di spesa più facilmente agevolabili: macchinari e opere murarie (queste ultime se necessarie). 

L' Agevolazione - Finanziamenti Agevolati e Contributo a Fondo Perduto per Strutture Ricettive

La percentuale del contributo a fondo perduto, rispetto all’importo complessivo dell’investimento, è determinata dalla dimensione dell’azienda richiedente e dalla sua area geografica di interesse. 

Per i programmi realizzati in Campania, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia:

  • 30% per le micro imprese;
  • 23% per le piccole imprese;
  • 18% per le medie imprese;
  • 10% per le grandi imprese.

Le micro e piccole aziende di queste aree godono di un incremento del 5% del contributo per gli interventi di innovazione digitale.

Per i programmi realizzati nelle altre aree geografiche, a seconda della specifica zona, la percentuale del contributo varia come segue:

  • 15%-25% per micro imprese;
  • 15%-20% per piccole imprese;
  • 5%-15% per medie imprese;
  • 0-5% per grandi imprese.

Il finanziamento agevolato invece ha un tasso di interesse fisso allo 0,5% annuo, nettamente inferiore ai tassi bancari. La durata massima è di 15 anni, compreso un periodo di preammortamento massimo di 36 mesi. Il piano di rimborso prevede un ammortamento a rate semestrali costanti. 

Tempistiche e Procedure

Sarà possibile presentare domanda dalle ore 12:00 del primo marzo alle ore 12:00 del 31 marzo 2023. 

Opererà un processo valutativo a sportello, con priorità accordata secondo l’ordine cronologico della ricezione delle domande. 

Per usufruire dell’agevolazione l’impresa richiedente dovrà avere ottenuto positiva valutazione del merito di credito dalla banca finanziatrice e allegare la delibera di finanziamento per le spese ammissibili. Il finanziamento sarà erogato in massimo due soluzioni, più saldo finale. 

Data la complessità dell’operazione, è caldamente consigliato affidarsi a specialisti del settore sia per la fornitura di servizi di riqualificazione delle strutture ricettive che per la gestione della domanda per il bando. 

Noi di HCS forniamo sistemi di automazione e risparmio energetico con comprovati requisiti di ammissibilità. Inoltre collaboriamo con un team di specialisti che possono affiancare i nostri clienti in tutte le fasi della presentazione della domanda, aumentando le possibilità di ottenere le desiderate agevolazioni. 

Chiamaci al +39 02 382 022 82 o scrivi a info@airventhcs.com per ulteriori informazioni.

Scopri la domotica per hotel hcs

Richiedi maggiori informazioni sui nostri Sistemi di Domotica Alberghiera per Supervisione, Gestione Accessi e Risparmio Energetico